MISSION DELLA SCUOLA

Premesso che la scuola italiana, statale e paritaria, svolge l’insostituibile funzione pubblica assegnatale dalla Costituzione della Repubblica, per la formazione di ogni persona e la crescita civile e sociale del Paese e che essa deve assicurare a tutti i cittadini l’istruzione obbligatoria di almeno otto anni (articolo 34), elevati ora a dieci, occorre definire all’interno di questo documento la missione della nostra scuola.

Missione che seppure specifica per una scuola il cui mandato istituzionale è scritto negli ordinamenti tipici delle istituzioni scolastiche, occorre che venga interpretata nel contesto di appartenenza. Pertanto, il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) del nostro Istituto, in linea con le recenti Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione, tiene conto delle necessità di definire una mission orientata a:

  • promuovere lo sviluppo armonico e integrale della persona, all’interno dei principi della Costituzione italiana e della tradizione culturale europea e nel rispetto e nella valorizzazione delle diversità individuali, con il coinvolgimento attivo degli alunni e delle famiglie;
  • contribuire a rimuovere «gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese» (articolo 3);
  • ricercare e promuovere la collaborazione con la famiglia (articolo 30), nel reciproco rispetto dei diversi ruoli e ambiti educativi, nonché con le altre formazioni sociali ove si svolge la personalità di ciascuno (articolo 2);
  • rimuovere ogni ostacolo alla frequenza degli alunni; curare l’accesso facilitato per gli alunni con disabilità; prevenire l’evasione dell’obbligo scolastico e contrastare la dispersione;
  • valorizzare il talento e le inclinazioni di ciascun alunno;
  • perseguire con ogni mezzo il miglioramento della qualità dell’offerta formativa anche attraverso l’uso della tecnologia nella didattica come mezzo e non fine;
  • favorire lo star bene a scuola e promuovere il benessere degli alunni e delle alunne;
  • accompagnare con continuità la crescita degli alunni attraverso opportunità di apprendimento rispettose delle diversità;
  • promuovere e guidare il processo educativo, anche in chiave innovativa, per consentire ad ognuno di sviluppare abilità cognitive e operative necessarie per affrontare le tappe successive alla formazione.

Sulla scorta di tali principi si vuole garantire un apprendimento:

  • attivo perchè fondato sul “ fare consapevole e costruttivo”;
  • collaborativo perchè chi apprende si trova all’interno di una comunità che costruisce conoscenza, mediante il contributo di ciascuno;
  • riflessivo poiché l’alunno “ impara ad imparare”, diventando progressivamente consapevole dei percorsi e delle strategie utilizzate e di come le potrebbe usare in modo diverso.

In definitiva, il nostro Istituto, alla luce di quanto suddetto, vuole connotarsi come un sistema scolastico attento a recepire le istanze educative provenienti sia dal proprio interno che dall’esterno. In questa prospettiva intende proporsi come centro di positive relazioni interpersonali, aperte ai valori della solidarietà, sollecito nel fornire rapporti multiculturali e impegnato nella formazione critica e propositiva.

Il processo per la definizione e lo sviluppo della visione e missione della scuola è un processo democratico, che vede il Dirigente assumere una posizione gerarchico-funzionale a garanzia della costruzione di un progetto e di un governo orientati da una ragione esistenziale (missione) e da uno scopo (visione) frutto di progettualità collegiale, effettiva e necessaria per una gestione democratica della scuola.

Nella definizione della missione e della visione della nostra scuola fondamentali sono state le scelte del Consiglio di Istituto nel definire le linee di indirizzo per la stesura del PTOF e l’operato del Collegio dei Docenti, che ha provveduto all’elaborazione del presente piano triennale dell’offerta formativa.

Altrettanto importanti saranno il Programma annuale, che consente la gestione e l’assegnazione delle risorse economiche, il Piano di lavoro elaborato dal DSGA, che si riferisce al contributo fattivo del personale ATA, nonché le linee di indirizzo e le direttive del DS.

Il PTOF è soggetto a revisione periodica tenendo conto dei cambiamenti economici, socio-culturali e demografici del territorio.

Notizie

Convegno regionale sulla Dislessia a Lamezia Terme il 21/05/2018

09 Mag, 2018

si pubblica il documento in oggetto.

Individuazione Esperti e Enti di formazione Piano di Formazione a.s. 2017/2018

23 Apr, 2018

Si pubblica quanto in oggetto, trasmesso dalla scuola capofila Ambito 1 -Catanzaro…

Immagine

Docenti, come spendere i 500 euro

28 Nov, 2016

Dal 2015 gli oltre 740.000 docenti di ruolo della scuola italiana hanno a…

Immagine

PON, on line il nuovo sito web dedicato

28 Nov, 2016

Nuovo look per il portale dedicato ai Fondi Strutturali Europei – Programma…

Immagine

Dal MIUR: Bando Social Impact Finance

28 Nov, 2016

Sviluppare prototipi sperimentali di modelli e strumenti sul tema della Finanza a…

URP

Convitto Nazionale "P.Galluppi"

CORSO MAZZINI, 51 – 88100 Catanzaro

Tel: 0961/741155

Fax: 0961/744768

czvc01000a@istruzione.it

PEC: czvc01000a@pec.istruzione.it

Cod. Mecc. czvc01000a
Cod. Fisc. 80003060797
Fatt. Elett. UFRXPI

Area riservata